Fra cielo e mare / Filippo Bombace

Fra cielo e mare (Porto Santo Stefano, Monte Argentario, Italia) por Filippo Bombace oficina de arquitectura. «…entre cielo y mar…» es la definición utilizada por los Clientes para describir la belleza de la nueva casa ubicada en Monte Argentario, Toscana italiana. Es precisamente esta afirmación a definir el layout de una hermosa aventura de proyecto llevada con pasión y diversión en el intento de reflejar los sabores del paisaje circundante también dentro de la casa.

Decidimos de mantener la distribución interna existente, valorizándola con nuevas soluciones de mobiliario y acabados, en grado de conferir a la renovación el encanto y la vivacidad deseados. La nueva paleta de colores y acabados se enmarca dentro de una imagen de proyecto inspirada a los años ’50/’60, que en fase de acercamiento preliminar mostré a los clientes con una serie de imágenes referidas al gran maestro Giò Ponti.

Es precisamente esta serie de imágenes lo que traza el proyecto: decidimos de integrar la bella pavimentación de baldosas de terracota con cerámica pintada a mano de Vietri (en memoria de las orígenes de Napoles de los clientes) que va bien para cubrir los cuarto de baño, la cocina y sobre todo se dibuja una especial alfombra de cerámica en la pared de la sala de estar, resumiendo en una sola composición las geometrías utilizadas en la habitación, todas centradas en torno a las gamas de celeste, turquesa y azul ultramar.

El único cambio aportado fue la apertura de una ranura horizontal para poner en comunicación la cocina con la adyacente sala de estar, para permitir a quien está cocinando de disfrutar del resplandor y de la frescura del panorama que se aprecia por la ventana amplia existente.

Y para hacer visible este panorama también desde ese punto de vista en perspectiva, se instala un gran espejo retrovisor realizado sobre diseño, basculante y ajustable de manera que refleje la imagen del exterior.

También las dos paredes laterales de la sala de estar se vuelven protagonistas del escenario, revestidas con una piedra áspera que caracteriza de manera decisiva el salón y equilibra las superficies de baldosas cerámicas.

Los muebles de cocina, todos en acero inoxidable, se desarrollan detrás de la abertura horizontal con una cómoda superficie de trabajo en «L» además de la nevera, el horno y más elementos bajos.

Unos raros dibujos geométricos, que traen inspiración de las formas y colores de los azulejos de cerámica, dibujan un poco toda la casa fraccionando las paredes y los techos, divididos en triángulos, rombos, rectángulos, semicírculos, etc., como una especie de instalación artística que encuentra en el pasillo, la zona normalmente de simple pasaje, el momento más alto.

También el mobiliario y los complementos en madera de nogal canaletto de toda la casa están caracterizados por el empleo de tejidos de las variaciones cromáticas de color turquesa.

En los dormitorios la misma mezcla de colores, desde el azul turquesa hasta el azul profundo del mar, dibuja diferentes campos generados por los techos inclinados, las vigas y los cielorrasos.

Los dos cuartos de baño tienen un nuevo equipamiento siempre con la misma gama de colores ya descripta y el contraste entre las últimas innovaciones de producto del mercado actual, con piezas intérpretes de esos valores artesanales todos italianos, de los cuales la habitación hoy está muy orgullosa.

Texto: Filippo Bombace

Ficha tecnica
Nombre: Fra cielo e mare (Entre cielo y mar)
Ubicación: Porto Santo Stefano, Monte Argentario, Provincia de Grosseto, Toscana, Italia
Proyectista: Filippo Bombace oficina de arquitectura
Empresa constructora: Vi.Ma.Gi. Restauri SRL
Fotografía: Luigi Filetici

Contacto: http://www.filippobombace.com

 

English version
…Fra cielo e mare

«… Suspended between sky and sea…» it is the definition used by the Clients to descrive the beauty of the new house in Monte Argentario (Tuscany).

It is exactly this affirmation to define the layout of a beautiful adventure of project with passion and fun in the attempt to reverberate the surrounding landscape inside the residence.

We decide to keep the existing project, to embellish with new solutions of furniture and finishes, in degree to confer to the intervention the charm and the vivacity desired.

The new palette of finishes is framed with an image inspired by the 50s/60s, that I showed in preliminary approach to the Clients through a series of images which basically refer to the work of the great Giò Ponti.

It is just this overview of images to trace the path of the project: in fact we decide to integrate the beautiful existing floors in cotto tile with a wide use of hand-painted ceramic of Vietri (memory of the Neapolitan origin of the Customers), which goes well to coat the bathroom, the kitchen and especially it draws a particular ceramic wall carpet in the living room, summing in a single composition the geometries used in the home, all centered around range heavenly, turquoise and ultramarine blue.

The only intervention that is put in place is to open a horizontal slot to allow communication between the kitchen with the adjacent living room, to allow to who works in this place to enjoy of the brightness and of the freshness of the panorama that is appreciated by the ample existing window.

And to make also visible this panorama from that point of view penalizing, is installed a great rear-view mirror made up on design, oscillating and adjustable in way to reflect the image of the outside.

The two side walls of the living room become the protagonists of the setting, covered with a rough stone that characterizes in a decisive manner the living room and it balances the surfaces of ceramic tiles.

The kitchen furniture, totally made of velvety steel, developed behind the horizontal slot with a comfortable work surface area to «L», in addition to fridge, oven and further furniture.

Strange geometric patterns inspired by variants of ceramic tiles draw a bit all over the house by splitting up walls and ceilings: triangles, diamonds, rectangles, semicircles, etc. , a sort of art installation that is perhaps in the hallway, the room normally more functional, of simple transit, the highest moment.

Furniture and complements in wood of walnut still characterized by the use of tissues on the chromatic variations of the turquoise complete the setting.

In the sleeping area the same mix of colors, turquoise and deep blue sea, draws different fields generated from the flap, from the rafters and the existing mezzanines, while the two bathrooms are new productions still focused on the already depicted color gamut and the contrast between the latest product innovations provided by the current market, with pieces interpreters of those craft values all Italian, of which the home today is very proud.

 

Versione in italiano
…Fra cielo e mare…

Progetto di ristrutturazione di un’unità immobiliare a carattere residenziale sita in località Porto Santo Stefano, Monte Argentario (GR).

«… Sospesa tra cielo e mare…» è la definizione utilizzata dai Committenti per ritrarre la bellezza della casa di recente acquistata al Monte Argentario.

E’ proprio questa affermazione a definire il layout di una bella avventura di progetto condotta con passione e divertimento nel tentativo di riverberare i sapori del paesaggio circostante anche all’interno dell’abitazione.

Piuttosto che procedere a un intervento radicale si decide rapidamente di impostare un progetto rispettoso dell’organismo edilizio esistente, da impreziosire però con l’adozione di nuove soluzioni di arredo e finiture, in grado di conferire all’intervento il fascino e il brio desiderati.

La nuova palette di finiture viene così inquadrata nell’ambito di un’immagine di progetto ispirata agli anni ’50/’60 (i decenni che hanno visto fiorire l’attività turistica locale), che in fase di approccio preliminare illustro ai Committenti mediante una carrellata di immagini fondamentalmente riferita a lavori del grande maestro Giò Ponti.

E’ proprio questa carrellata di immagini a tracciare il percorso di progetto: si decide infatti di integrare le belle pavimentazioni in cotto esistenti con un ampio utilizzo della ceramica dipinta a mano nel vietrese (memoria delle origini napoletane dei Committenti), che va così a rivestire in maniera diffusa i locali bagno, la cucina e soprattutto disegna un particolare tappeto ceramico a parete nel locale soggiorno, riassumento in un’unica composizione le geometrie utilizzate nell’abitazione, tutte imperniate attorno alla gamma del celeste, del turchese e del blu oltremare.

Dal punto di vista murario l’unico intervento che viene messo in atto consiste nell’apertura di un’asola orizzontale a mettere in comunicazione in maniera più diretta la cucina con l’adiacente locale soggiorno, a permettere a chi opera in questo locale di godere comunque della luminosità e della freschezza del panorama che si apprezza dall’ampia finestra esistente.

E per rendere visibile questo anche da quel possibile punto di vista sfavorito prospetticamente, viene installato a parete una sorta di grande specchio retrovisore realizzato su disegno, basculante e orientabile in maniera da riflettere l’immagine degli esterni.

Anche le due pareti laterali del soggiorno diventano protagoniste dell’ambientazione, rivestite di una ruvida scorza di pietra che con la sua superficie volutamente scabra connota in maniera decisa il locale e bilancia le superfici lisce e quasi bagnate dei rivestimenti ceramici.

L’allestimento interno della cucina, realizzato totalmente in acciaio in una piacevole e vellutata finitura ‘orbitata’ si sviluppa dietro l’asola con un comodo piano di lavoro ad ‘L’, cui si contrappongono le colonne frigo, forno e ulteriori basi contenitori.

Degli strani motivi geometrici, comunque ispirati alle varianti formali e cromatiche dei rivestimenti ceramici, disegnano un po’ tutta la casa frazionando pareti e soffitti, spartiti ora secondo triangoli, rombi, rettangoli, semicerchi, ecc. una sorta di installazione artistica che trova forse proprio nel corridoio, il locale solitamente più funzionale, di semplice transito, il momento più alto.

Arredi e complementi in legno di noce canaletto e caratterizzati ancora dall’utilizzo di tessuti sulle varianti cromatiche del turchese completano l’ambientazione, vintage e marina quanto serve per dare comunque freschezza all’atmosfera generale.

Nella zona notte lo stesso mix di colori, sempre giocato tra il turchese e il blu più profondo del mare, disegna i diversi campi generati dalle falde, dalle travi e dai soppalchi esistenti, mentre i due bagni trovano nuovi allestimenti ancora incentrati sulla gamma cromatica già ritratta e sul contrasto tra le ultime novità di prodotto messe a disposizione dal mercato attuale con pezzi (quale il lavabo del bagno ospiti, realizzato su disegno in cotto su supporto in ferro) interpreti invece di quei valori artigianali tutti italiani, di cui la casa oggi va molto fiera.

Finiture, arredi, infissi, materiali ceramici e complementi vari

Pavimentazione generale
– Pavimentazioni esistenti in cotto naturale a formato ottagonale con inserti quadrati smaltati in bianco nella zona giorno e a disegno arabesque nella zona notte.

Cucina
– Cucina in acciaio Abimis modello atelier.

Soggiorno/pranzo
– Tappeto ceramico a parete sotto piano snack cucina in piastrelle di cotto smaltato pennellato dim. cm 20×20 tinta unita celeste e pennellato nei disegni Trapezi, Onda, Croce, Cerchi, Luna e Ago nei colori bianco, celeste e blu, prodotte da Ceramica Artistica Solimene V. SRL.
– Tavolo allungabile e credenza in noce canaletto Morelato serie Malibù.
– Sedie in noce canaletto Morelato serie Savina, rivestite con tessuti di cotone di Rubelli.
– Divano letto in noce canaletto con vano a giorno Morelato serie Giò, rivestito con tessuti di cotone di Rubelli.
– Tavolino fianco divano con piano in cristallo e tre gambe in multistrato di noce canaletto unite con un particolare incastro a pettine Morelato serie Boomerang.
– Poltroncina con tre gambe a sezione triangolare in legno di noce canaletto con schienale curvato e seduta imbottita rivestita con tessuto di cotone Rubelli. Morelato serie Ronson.

Camera da letto padronale
– Letto con testiera personalizzata in sola essenza lignea, comodini, comò e armadio in noce canaletto Morelato serie Malibù.

Bagno 1
Rivestimenti
– Rivestimenti a parete e a pavimento in piastrelle di cotto smaltato pennellato dim. cm 20×20 tinta unita celeste e pennellato modello Trapezi nei colori bianco, celeste e blu, prodotte da Ceramica Artistica Solimene V. srl.

Sanitari
– Lavabo da appoggio Ceramica Flaminia serie Nuda 85 finitura bianco.
– Base lavabo IDI studio serie Parker dim. cm 120x50x42.
– Specchio in teak di Morelato dim. cm 60×4,5×70.
– Bidet sospeso Ceramica Flaminia serie Spin finitura bianco opaco.
– Vaso sospeso Ceramica Flaminia serie Spin finitura bianco opaco, completo di sedile per vaso.
– Cassetta incasso Geberit combifix con placca doppio scarico di Cea mod. pla07 in acciaio satinato.
– Piatto doccia: sistema Rare AD HOC Slim In dim cm 169×75.

Rubinetteria
– Rubinetteria lavabo CEA serie MILO360.
– Rubinetteria bidet CEA serie MILO360.
– Gruppo doccia miscelatore e deviatore a incasso con doccetta CEA serie MILO360.
– Soffione CEA serie MILO360 diametro cm 30 con braccio da soffitto.

Bagno 2
Rivestimenti
– Rivestimenti a parete e a pavimento in piastrelle di cotto smaltato pennellato dim. cm 20×20 tinta unita celeste e pennellato modello Croce nei colori bianco, celeste e blu, prodotte da Ceramica Artistica Solimene V. SRL.

Sanitari
– Lavabo in cotto su supporto i tubolare di ferro piegato e verniciato, realizzato
artigianalmente su disegno del progettista da Terrecotte Deruta per la parte in cotto e da A.T.M Pecchia Fabbri di Afragola. per la parte metallica.
– Nº 01 specchio contenitore IDI studio collezione Liquid dim. cm 50×14,5×70.
– Vaso sospeso Ceramica Flaminia serie Spin, finitura bianco opaco completo di sedile per vaso.
– Cassetta incasso Geberit con placca doppio scarico mod. sigma 50 satinata.
– Piatto doccia Kaldewei serie Superplan Plus dim. cm 100 x 80, finitura bianco opaco.

Rubinetteria
– Miscelatore lavabo Cristina serie Tricolore verde.
– Gruppo doccia miscelatore e deviatore a incasso con doccetta Cristina serie Tricolore verde.
– Soffione Cristina serie Tricolore verde con braccio da parete.

Porte interne
– Porte a battente a filo muro de L’Invisibile, con maniglia di Olivari, modello Lama in finitura satinata.

Infissi esterni ed opere di falegnameria
– Finestre scorrevoli e a battente realizzate in legno di Iroko, con doppia guarnizione, verniciatura a doppia immersione impregnante e successiva mano a spruzzo per la finitura satinata trasparente, serie System 4 di Polvanesi SRL, Monte San Savino (Arezzo).
– Arredi su disegno (sportellature armadi, pannello scorrevole esterno muro accesso zona notte, specchio a parete locale soggiorno montato su braccio orientabile e composizione specchio/libreria nel corridoio) in mdf laccato opaco e noce canaletto di Polvanesi SRL, Monte San Savino (Arezzo).

Componentistica impianto elettrico
– Serie Light air di Bticino.

Corpi illuminanti
– Lampade da soffitto orientabili Davide Groppi modello SPOT, colore bianco opaco.
– Lampade a sospensione zona pranzo Davide Groppi modello NEURO, colore nero opaco.
– Lampade da parete zona specchio bagni Davide Groppi modello OZEN , colore bianco opaco.
– Lampade da tavolo ricaricabili con base magnetica, per comodini camera da letto padronale, Davide Groppi modello TETATET, colore bianco opaco.
– Lampade da esterno da parete Prisma modello TARTARUGA ovale, colore ottone naturale.

Radiatori impianto termico
– Piastre irraggianti VARME KILDER® serie MILJØ-AMBIENTE con superficie frontale completamente liscia e fianchi perfettamente perpendicolari alla parete, ingombro massimo 50 mm.

Ventilatori a soffitto locali letto 1, 2 e 3
– Ventilatori da soffitto con pale in noce scura e meccanica in nichel satinato di Faro, serie Lantau.

Para subscribirse en forma gratuita al newsletter de Arquimaster, por favor complete el siguiente formulario:

Su nombre

Su direccion de email

Ingrese nuevamente su email

[[ Suscripcion a NEWSLETTER ARQUIMASTER ]]